3 Fase di transizione: al regime proteine più verdure”



3. Fase di transizione: al regime proteine più verdure” si aggiungono due fette di pane integrale al giorno, una porzione di frutta, una porzione di formaggio e due porzioni a settimana di amidacei; inoltre, vengono pillole per aumentare il seno introdotti due pasti liberi a settimana. 1 Perdere peso lentamente, cioè con i tempi giusti, permette al tuo organo più esteso, cioè la pelle, di ritrovare più facilmente l'elasticità. Sì, se imparerete l'importanza di una attività fisica costante, se seguirete attentamente la lista dei cibi permessi (poco più di cento) e farete attenzione alla vostra alimentazione. E aumentare quello di grassi buoni” (acidi grassi insaturi) e di carboidrati complessi, ossia di cereali integrali, pomodori, broccoli, carote, e altri ortaggi di stagione. Pertanto, in una dieta sana, è particolarmente importante scegliere i grassi giusti e preferire i grassi e gli oli vegetali. Il regime alimentare è ipocalorico e quindi focalizzato soprattutto sul consumo di proteine.

Le proteine del latte presentano poi una composizione molto simile a quella delle proteine del corpo umano e pertanto sono facilmente utilizzabili dall'organismo: per questo, la loro composizione è considerata ad alto valore biologico, dopo quella del latte materno e dell'uovo. Parliamo quindi di zuccheri, amidi, cibi processati ed impacchettati, poiché una dieta chetogenica si focalizza nel mangiare cibo reale. Fai attenzione, nella dieta, a consumare a intervalli regolari i macronutrienti immediatamente necessari, come proteine di alta qualità, carboidrati ricchi di fibre e grassi sani.

La buona notizia è che, come abbiamo peraltro già visto nella prima fase, ad essere tollerati sono una lista di alimenti che contengono un po' più di zuccheri e grassi rispetto agli alimenti liberi e che quindi vanno pesati e comunque assunti in non più di due porzioni giornaliere. Gli incontri si susseguono con cadenza settimanale e ad ogni incontro il consulente consiglia dei prodotti da assumere, dunque ogni settimana si spendono circa 30 euro in prodotti, che possono diventare molti di più se oltre agli integratori si acquistano anche alimenti come biscotti altro. Questa rappresenta la fase sicuramente più intensa della dieta, utile a smuovere il metabolismo , della durata di 2-7 giorni. La dieta del Supermetabolismo, portata alla ribalta dalla nutrizionista Haylie Pomroy, si basa sul potere bruciagrassi degli alimenti e, grazie a un preciso schema che prevede una suddivisione in tre fasi, aiuta ad accelerare il metabolismo e a far perdere peso più in fretta, fino a 10 kg in un solo mese. Contengono proteine, sali minerali e Omega 3, oltre a composti anti-ossidanti come le vitamine dei gruppi A, B, E. Attenzione alle allergie, ed evitate di mangiare le teste (ma chi lo fa?) perché lì c'è il colesterolo. I grassi monoinsaturi e gli acidi grassi omega-3 che aiutano ad abbassare il livello del colesterolo cattivo nel corpo, aumentando quello buono e riducendo il rischio di malattie cardiache. Un'altra caratteristica è quella della stagionalità: un alimento sano ovviamente dev'essere stagionale (ovviamente per quegli alimenti per cui è prevista la stagionalità…) Per questo l'inizio della fase di consolidamento punta su alimenti più ricchi e piacevoli, le cui quantità e varietà, però, saranno inizialmente limitate per evitare di sovraccaricare tutto in una volta il metabolismo.

Top